Notturno digitale

Recensioni editoriali

Notturno digitale

Una scelta narrativa audace e ben accolta, soprattutto in un panorama narrativo nazionale piuttosto arido, che si unisce all'altra piacevole scelta di un'ambientazione squisitamente italiana.

[...]una scrittura tagliente come il ghiaccio, un romanzo definito cybergoth in cui fantascienza, fantapolitica, horror e musica (possibilmente dalle atmosfere dark) si incrociano e si mischiano trascinando i lettori per i piedi in un universo collassato che lascia in bocca il sapore della rovina, acre come il sangue.