Recensioni editoriali

Recentemente aggiunti

Ordina

Recentemente aggiunti

Data di pubblicazione

 

Periodo

Sempre

Questo mese

Questa settimana

 

Categories

Tutto

Romanzo

Polizieschi & Mistery

Thrillers

Fantasy

Fantascienza

Biografie & Autobiografie

Viaggio all'Eden

A volta la strada, specie se ci porta lontano, riserva grando sorprese.

Godetevele tutte con questo libro, immaginando la pipa ad acqua (farebbe tanto bene anche tanti professionisti del proibizionismo che spero scoprano libri come Viaggio all’Eden).


Eisenberg

Un thriller giuridico ambientato in Germania, principalmente in Baviera, che porta il lettore a scoprire nuovi posti, a viaggiare lungo il Lago di Garda e a confrontarsi con temi, come quello dell’immigrazione, molto attuali.

“Eisenberg” è intrigante, coinvolgente, si fa divorare anche da chi non è solito leggere tale genere letterario.


Sessantanove

Avere voglia di ricominciare a leggere quella storia che ti ha lasciato col fiato sospeso.


Nuvole di fango

[...]un romanzo che tutti dovrebbero leggere perché sensibilizza su un argomento scottante, è meravigliosamente narrato e si conclude lasciando in noi una sensazione di vuoto e di triste consapevolezza.


Quando tutto sarà finito

Uno scarno percorso narrativo che solo di rado ci spiega quello che i suoi personaggi stanno pensando e si rivela un metodo molto efficace per trasmettere anche come la storia si nasconda spesso in aree di relativismo morale.


Sesso amore e croccantini

[...]molto schietto e diretto e a volte un po’ volgare, completamente diverso dagli stili che solitamente vengono impiegati per parlare di animali, e di gatti in particolare. Soprattutto all'inizio, la lettura è stata un po’ destabilizzante.


Señor peregrino
Ansa : "Senor Peregrino" (20 Luglio 2010)

'Senor Peregrino' di Cecilia Samartin è un romanzo di fede e redenzione, un omaggio al potere magico della parola che l'autrice cubana, salutata dalla critica e dal pubblico come la nuova Isabel Allende, racconta con lo slancio di chi è alle prese con la sua prima cotta in amore e con la destrezza di chi, quell'amore, ha perduto.


Il manuale del debuttante russo

Purtroppo, al delizioso ogni tanto subentra il lezioso, specialmente nella descrizione degli eccessi kitsch dell’Europa orientale, contribuendo, insieme alla confusione che accompagna le scene d’azione, a rendere faticosa una narrazione per il resto molto godibile.


L'albero di Giuda

A questo romanzo (?), ma più che altro una prosa pre-narrativa o post-narrativa - a seconda che si vedano i fallimenti o le ambizioni della scrittrice - verrebbe solo la voglia di dire «Parla tosco!». E chiuderla lì.


La ragazza italiana

La trama è, come sempre, ricca di dettagli e segreti che vengono svelati poco a poco anche grazie all'uso dei salti temporali. Lo stile della Riley è unico e inimitabile, la sua prosa è elegante, ricercata e coinvolgente.


Un mese in campagna

È un romanzo fatto di sensazioni più che di accadimenti, di personaggi tratteggiati in maniera delicata, in punta di penna, eppure indimenticabili.


Pomeriggio di uno scrittore

Un romanzo malinconico e minimale, una sorta di eccentrico manuale di scrittura creativa o semplicemente una arcana guida spirituale.


La lunga notte di Adele in cucina

[...]un romanzo-ricettario o, ancora meglio, un ricettario romanzato. Ricettario perché le pagine sono un percorso tra grammi, gradi di cottura e note a margine di ogni preparazione, le ricette citate sono tante e permettono di fare un po' il giro del mondo.


Volevo tacere

L’orgoglioso legame di Márai con la sua nazione è un elemento di fascino del libro, forse anche perché, conoscendo noi generalmente poco di essa, veniamo situati in un punto d’osservazione originale, interno a quello che per noi si configura come un paese culturalmente lontano, [...].


Quando meno te lo aspetti

Lo stile dell'autrice è frizzante e scorrevole, accompagna il romanzo alla perfezione e gli conferisce il sapore di estate.


Progetto di sangue

Attraverso un’affascinante ricostruzione della vita nelle campagne scozzesi nel secolo XIX, attingendo a documenti e teorie dei criminologi dell’epoca, frutto della conoscenza diretta di luoghi e archivi e di profondissimo intuito dell’autore, Graeme Macrae Burnet, con lo stile seduttivo dello psico-thriller, ha composto una magnifica sinfonia [...].


Il commesso viaggiatore

È obbligatoria la presenza di soldati e svastiche, ma Arnaldur Indridason riesce a evitare alcune delle trappole più tipiche di una scelta tematica del genere, vuoi per via dell’ambientazione vuoi per la scelta dell’insolita e azzeccata coppia di protagonisti.


La vita, se altro si dice

Le riserve in questo caso sono d'obbligo, ma Timpano suscita il sogno e la speranza nel lettore e con la sua prosa forte, colta e sincera proietta in una diversa realtà la sofferenza di Leopardi e gli affida nuove percezioni.


Il tempo del male

Se il buongiorno si vede dal mattino, Berger e Blom saranno dei nuovi personaggi di culto all’interno del Giallo Nordico.


Sette tipi di fame

La parte finale del romanzo è debole, un po' troppo grottesca, ma la scrittura di Renate Dorrestein ha un ritmo favoloso. Porta il lettore alla bulimia. E il tema, originale e attuale, meritava un libro. Da portarsi al mare, magari, per non fare troppe storie alla prova costume.