Recensioni editoriali

Recentemente aggiunti

Ordina

Recentemente aggiunti

Data di pubblicazione

 

Periodo

Sempre

Questo mese

Questa settimana

 

Categories

Tutto

Romanzo

Polizieschi & Mistery

Thrillers

Fantasy

Fantascienza

Biografie & Autobiografie

È giusto obbedire alla notte

Dovete viaggiare con lui lungo il Tevere, per conoscere le piante e riconoscere i suoni, per visitare la cloaca di Huertas Castello la taverna “Anaconda”, per navigare sulla barca con Giulio e Cesare o perdervi nella tenerezza di Helena. Vi innamorate, vedrete, di queste pagine, che vi coinvolgeranno sino all’ultima parola.


Assalto a Villa del Lieto Tramonto

Dopo "Mistero a Villa del Lieto Tramonto" e "Fuga da Villa del Lieto Tramonto", la Trilogia di Helsinki si chiude con una nuova commedia dolceamara, che ci trasporta in un mondo non troppo futuribile e dimostra, con intelligente e tenera ironia, che all'avanzata della tecnologia si può anche resistere.


Se mi tornassi questa sera accanto

Un libro da leggere, struggente e scritto per tutti coloro che conoscono la densità di tutto ciò che ad altri appare astratto.


Trieste

[...]il libro di Heinichen e Scabar è una serie di affondi nel gusto e nel tempo della città, un saggio molto colto, concreto e godibilissimo e di sapori e sorprendenti parentesi culinarie della cultura mitteleuropea che ci ha coinvolti.


La ragazza del dipinto

Dopo La ragazza del treno è l’ennesimo libro che ha «la ragazza» nel titolo e, così facendo, si rischia di appiattire una storia che, invece, merita di essere letta.


L'arte di sparire

L’arte di sparire è stato quindi un ennesimo spioncino, una fessura illuminata sull’ineluttabile sfrangiarsi delle cose, esseri umani annessi. Basico e attraversante.


La metà del cuore

Un romanzo tutto al femminile che, pur nella sua leggerezza, fa riflettere su molti temi ma soprattutto sul reagire quando si vedono quelle rughe dell'infelicità ai lati della bocca, prima che scavino ancora più in profondità.


Il richiamo del cuculo

C’è tanto di quel materiale da impedire al lettore di unire i punti per capire chi è l’assassino, a meno che non punti direttamente al meno probabile senza saperne il perché.
Ma alla fine chi se ne frega dell’assassino di Lula Landry?


Stoner

Un personaggio che non poteva certo piacere in epoca rock and roll, ma che invece diventa eroe in era indie-folk


Il silenzio della morte

La lettura a mano a mano diventa sempre più incalzante e cattura completamente il lettore che si ritrova spettatore nell'antro buio del serial killer, nei locali frenetici della polizia e nei quartieri sudici degli spacciatori, immaginando nitidamente l'intera storia come fosse un film.


Picciridda

Con una scrittura semplice, a tratti immaginifica, ed esente da arzigogoli aulici che ne inficerebbero la fluidità, la storia si dipana seguendo il corso di un'aneddotica dagli alterni contenuti – dall'austero, al quasi-comico fino al tragico - e sempre filtrata dal punto di vista dell'io narrante (Lucia).


Autoritratto con ippopotamo

Tira un’aria di provincia fra quei volti disorientati, e ci si chiede se questa sia la gioventù d’oggi. Eppure non ci si può sottrarre al tocco lieve e ironico, leggero e coinvolgente della scrittura di Geiger, evocatore di sensibilità e di umori.


Mussolini e il mostro di Tolmezzo

Dopo poche pagine dimenticherete tutto quello che il Duce ha fatto di male all'Italia. E lascerete che la storia vi trascini nei suoi gorghi tenebrosi. Lasciando che la finzione faccia impallidire la realtà.


Anima divina

La Armentrout è sadica, vuole vedervi soffrire e agognare questo maledetto lieto fine e, dato che ancora mancano 2 libri alla fine della serie, sono sicura che il mainagioia arriverà a livelli mai visti prima.


Le ragazze vogliono la luna

Sino alla fine del libro ci si ritrova fra le mani vibranti stralci di vita intensa che pulsa di giovinezza e di voglia di vita, in un percorso teso al futuro che lascia in bocca il sapore dolce della speranza ritrovata.


L'incubo di Hill House

Chi legge un racconto, un romanzo della Jackson non vi trova forzature, di nessun genere, e nonostante questo riesce a prendervi, quasi in maniera inconscia, allo stomaco.


La tentazione di essere felici

Una cosa è certa, non dimenticherò nessuno di questi personaggi, perché mi hanno insegnato, ciascuno a proprio modo, che la compassione è davvero poca cosa, se non accompagnata alla dignità.


Diluvio di fuoco

È un affresco in movimento, un film, con i suoi primi piani e le sue vedute d'insieme, lungo 700 pagine, che ha alla base un lavoro di ricerca sconfinato.


Commedia nera n.1

Siamo in piena ironica drammaturgia: pochi personaggi sulla scena (pur se di delitti e criminali son pieni i racconti della moglie a tavola), quasi tutto si svolge nei locali dell’appartamento “di classe” dei due (o sul terrazzino, nell’annessa corte sigillata, sulla terrazza-stenditoio condominiale), con brevi cronache diversive in ambulanza o in clinica. E innumerevoli dialoghi di potere.


Dietro le quinte al museo

"Dietro le quinte al museo" è un romanzo davvero particolare sia per come è strutturata la storia sia per le protagoniste drammatiche e grottesche che consiglio a chi ama le storie di famiglia piene di colpi di scena!