Recensioni editoriali

Recentemente aggiunti

Ordina

Recentemente aggiunti

Data di pubblicazione

 

Periodo

Sempre

Questo mese

Questa settimana

 

Categories

Tutto

Romanzo

Polizieschi & Mistery

Thrillers

Fantasy

Fantascienza

Biografie & Autobiografie

Uomini e topi

La scrittura di Steinbeck fa di sicuro base ad altri autori come ad esempio Kent Haruf, si ritrovano le stesse minuzie e la stessa leggerezza nella storia senza togliere nulla alla meraviglia dello stile e alla profondità dei temi affrontati.


L'amante giapponese

L’amante giapponese (Feltrinelli) è indubbiamente meraviglioso. Questa è la prima doverosa segnalazione da fare. A cui occorre aggiungere che iniziare la sua lettura equivale ad intraprendere un viaggio nel tempo.


I pazienti del dottor García

E' un libro che con le sue 800 pagine può spaventare 'I pazienti del Dottor Garcia' (Guanda) di Almudena Grandes e la scrittrice ne è consapevole. Ma poi, se entri nella storia, non la vuoi abbandonare.


Amrita
Mangialibri : Amrita (18 Maggio 2018)

Lo stile conserva la leggerezza caratteristica dell’autrice nipponica, così come è sempre presente una forte attenzione per i piccoli e tanto significativi particolari della vita quotidiana, in contrapposizione agli sconvolgimenti dell’anima ma anche in loro soccorso.


Bello, elegante e con la fede al dito

Semplice insomma, ma, davvero, come sinonimo di accuratezza nello scrivere, mai di superficiale semplificazione.


Nascita di un ponte

Maylis de Kerangal non ha la presunzione di indicare la strada, riesce invece con grazia femminea a rendere accattivante e sfavillante, per quanto tragica nella sua immanenza, anche l’umanità al suo nadir, consegnandola di petto per quello che è: umana, troppo umana.


Qualcosa, là fuori

Uno dei siti italiani più autorevoli in fatto di informazione scientifica sui cambiamenti climatici, www.climalteranti.it, ha preso molto sul serio la ricostruzione letteraria di Arpaia [...].


La città vince sempre

Su tutto domina la città del Cairo, espressa nelle sue contraddizioni e violenza, ma anche nella sua straripante creatività e vitalità. Ci sono pagine molto belle dedicate ai suoi palazzi moderni e antichi, ai suoi boulevards e ai vicoli, ai locali alla moda e ai piccoli bistrot, e soprattutto ai suoni.


L'esercizio del distacco

Mary Tolusso è efficace nel rendere atmosfere e personaggi, con realismo. Una scrittura nitida, essenziale, a tratti sognante, evocativa come solo certi racconti di Murakami sanno essere.


Il lungo viaggio

Questo lavoro ha il pregio di essere un romanzo leggero e scorrevole, ben assemblato sebbene di originalità ce ne sia poca (ma questo non è necessariamente un difetto). L’opera è strutturata in modo tale che ogni capitolo sia, di fatto, un breve episodio, all’interno di una cornice più ampia rappresentata dal viaggio verso il remoto pianeta Hedra ka.


Il ragazzo che leggeva Maigret

Insomma, un romanzo con personaggi alla Maigret, ma non un romanzo di Maigret, la mano e lo stile sono diversi e si sente.
Rimane però una lettura gradevole, non pesante, con una trama che veramente sarebbe potuta uscire dalla mente di Simenon, [...].


Desert solitaire

[...]questo libro sollecita ogni singolo senso del lettore. E’ stato i miei occhi, le mie orecchie, la mia pelle, ho percepito il fresco sapore della libertà, l’immensità di sua Maestà la Natura permearmi completamente.


Dentro il bosco

L’autore guida il lettore attraverso la storia, dipanandola in modo chiaro e deciso, aumentando a ogni capitolo la suspense che tiene alta l’attenzione di chi sta leggendo verso l’inatteso finale.


Solo la verità

Il libro scorre velocemente, ha una trama fitta di azione e cattura il lettore senza permettergli di posare il libro. Era un da po’ che un libro non mi prendeva così, soprattutto di questo genere.


Un romanzo russo

Come una matrioska, in un gioco ad incastri, si trovano dentro il romanzo altre forme di scrittura: il reportage, il giallo, il racconto erotico… Cambiano gli stili, cambiano anche i destinatari: {...].


Anonimo veneziano

Ambizione e puntiglioso impegno gli consentirono di giungere nel 1976 alla versione definitiva di un romanzo breve dove approfondimento psicologico dei personaggi e descrizione accurata di una città, che stava morendo come il musicista, aveva raggiunto un esito d’indubbio valore.


La vita riflessa

Si potrebbe dire che questo è un romanzo sulla nostra epoca e su internet, e sui guasti dei social network, e questo potrebbe andare bene per uno strillo in copertina o per una frase ad effetto per un tweet. Nella realtà il romanzo di Aloia è una riflessione su cosa sia la nostra esistenza, nel senso più strettamente biologico e fisiologico del termine.


La treccia

Questo libro è un vero e proprio viaggio in tre mondi diversi, sia fisici che interiori.


Te lo giuro sul cielo

Bastano poche pagine per entrare nel piccolo mondo antico rievocato da Luigi – la voce narrante – tra i nonni severi, i compaesani dai mille soprannomi, la miseria e quella scintilla di allegria che tutto fa superare.


L'esercizio del distacco

Mary B. Tolusso costruisce con “L’esercizio del distacco” un romanzo di formazione bello e straziante. Un libro che contiene in sé la malinconia infinita del ricordo, la forza seduttiva della poesia, la geometrica tentazione del vivere.