Recensioni editoriali

Romanzo / Recentemente aggiunti

Ordina

Recentemente aggiunti

Data di pubblicazione

 

Periodo

Sempre

Questo mese

Questa settimana

 

Categories

Tutto

Romanzo

Polizieschi & Mistery

Thrillers

Fantasy

Fantascienza

Biografie & Autobiografie

L'uroboro di corallo

[...]frizzante, leggero e ironico, L’uroboro di corallo si dimostra infatti capace di affrontare con grande simpatia il tema della terza età e di tutti i pregiudizi che limitano questa fase della vita.


13 modi di vedere una ragazza grassa

Lizzie è un po' tutte noi. Noi che lottiamo con l'ansia di controllo (del cibo, del peso, del mondo). Noi che prima di accettarci dobbiamo essere accettate dagli altri.


A voce nuda
Mangialibri : A voce nuda (18 Aprile 2017)

Si tratta di un intreccio di personaggi di quelli che piacerebbero al Peter Greenaway dei tempi d’oro, tutto fatto di “non detto” e relazioni umane descritte in punta di penna, con un sapore molto teatrale [...].


Una vita come tante

Una vita come tante è un libro che si divora ad una velocità tale che 1104 pagine non sembrano abbastanza. [...].

Grazie a Hanya Yanagihara che ha scritto un libro magnifico, in cui ogni lettore può sentirsi parte della storia e viverla con i suoi personaggi.


Bellissimo

Ci sono passione e amore, in questo libro. Amore fraterno e amore materno. Amore per la lettura, amore per l’amore e amore per la vita, oltre a quello per la scrittura che traspare dallo stile di Massimo Cuomo.


Ora sai chi sei

Splendido, col respiro dell’epica e la profondità di un’accurata esegesi storica, sociale, politica e culturale della Cina, è da non perdere. Trascinante.


Minchia di mare

Quella di Belluardo appare sin da subito una scrittura senza filtri, verace, mordace, genuina, resa ancora più sincera dall’utilizzo del dialetto siciliano che accompagna buona parte dei dialoghi all’interno del testo. Il risultato è un romanzo di formazione divertente, tragico e a tratti grottesco che, grazie ad un minuzioso lavoro di recupero sentimentale e linguistico, [...].


La donna delle rose

La forza de La donna delle rose è invece rappresentata dalla sua struttura narrativa. Un passo avanti nella vita di uno dei protagonisti e un passo indietro, alle volte anche due o tre, nella storia del loro carattere, nell'approfondimento, molto accurato, delle loro insicurezze.
Si passa così, senza mai perdere il filo del discorso, dagli anni della guerra al presente.


Ultimo giro al Guapa

Sarebbe semplice, sui media, pomparlo, gonfiarlo come un palloncino e lasciare che si libri per aria decorato con parole tipo “gay”, “arabo”, “musulmano”. Lo è stato, stando a tanti articoli che sono stati scritti in merito al suo esordio narrativo. Eppure sono parole che, come palloncini appunto, non hanno dentro nient’altro che aria, [...].


La stanza profonda

A rendere gemelle due opere come Muro di Casse e La Stanza Profonda non è solo la difficile catalogazione, ma soprattutto il portato di vissuto personale dell’autore che entrambi consegnano, costruendo dalla narrazione esperienziale un’analisi su una fase generazionale e (sotto-)culturale, [...].


Teoria generale dell'oblio

Una straziante lirica scritta con una prosa caleidoscopica che tratta ogni tema della vita e della letteratura con infinita misura e straordinaria potenza.


In cima al mondo, in fondo al cuore

Un vero e proprio romanzo generazionale e di formazione scritto con grande profondità, credibilità e asciuttezza, lieve ma mai banale: da non perdere.


Le braci

hi ha la meglio? Chi resta o chi parte? Chi sopravvive o chi si lascia morire? Sono questi gli interrogativi che l’autore affida agli sfoghi del protagonista, precipitando il lettore in un vortice aporetico.


Se mi tornassi questa sera accanto

Un romanzo epistolare, fatto di centinaia di parole che passano da un padre alla figlia, diventando magia e incanto.
Perchè Carmen Pellegrino ha un lirismo d’altri tempi, garbato, ricercato, nostalgico.


La ragazza del dipinto

Una lettura da fare soprattutto se amate approfondire le vicende legate alla Seconda guerra mondiale e ai suoi sopravvissuti. Certo è una storia di fantasia ma molto attenta alle dinamiche psicologiche e capaci di rivelare piccoli tratti di suspense.


L'ultimo dipinto di Sara de Vos

Il ritmo è spesso lento e i personaggi, talvolta, sono come le opere degli impressionisti: talmente evanescenti da poter vedervi, attraverso, il luogo in cui si muovono, come fantasmi.


La stanza profonda

Un viaggio bello e necessario in uno dei grandi universi del linguaggio collettivo. Mondi che contengono mondi e custodiscono risate, emozioni, e dolore. Perché chiunque conosca le fiabe sa che il tempo non scorre nello stesso modo, nelle terre degli Elfi e tra gli uomini mortali.


La musa

A cosa serve la scrittura? Anche a trovare la propria libertà, verrebbe da ribadire leggendo questo romanzo sorprendente e bellissimo, denso, potente, curato, appassionato.


Picciridda
Mangialibri : Picciridda (27 Marzo 2017)

Un romanzo “fimmina”, come lo ha definito l’autrice siciliana, che con uno stile schietto e una sensibilità speciale nel dare voce ai sentimenti dei semplici, come lo sono i pensieri, il dolore e i desideri di una bambina, veicola un messaggio, che è anche un credo: non c’è nessuna donna che non sia in grado di salvare se stessa dal dolore più grande.


La figlia femmina

Trascina il lettore dalla prima all’ultima pagina con maestria, lo lascia attonito e sofferente, lo sorprende con i colori, i profumi e la gente di Rabat, lo attira tra le righe per poi abbandonarlo stupito e soddisfatto al tempo stesso.