Recensioni editoriali

Fantascienza / Recentemente aggiunti

Ordina

Recentemente aggiunti

Data di pubblicazione

 

Periodo

Sempre

Questo mese

Questa settimana

 

Categories

Tutto

Romanzo

Polizieschi & Mistery

Thrillers

Fantasy

Fantascienza

Biografie & Autobiografie

Ubik

Certo, leggere un romanzo di fantascienza ambientato in un futuro (il 1992) che al giorno d'oggi è già passato (vent'anni fa!) fa un certo effetto. È divertente constatare come spesso nel passato si pensasse a un futuro molto più tecnologico per certi aspetti di quello che poi è stato, [...].


Mussolini e il mostro di Tolmezzo

Dopo poche pagine dimenticherete tutto quello che il Duce ha fatto di male all'Italia. E lascerete che la storia vi trascini nei suoi gorghi tenebrosi. Lasciando che la finzione faccia impallidire la realtà.


La casa dello scorpione

Consigliatissimo, soprattutto se siete orfani di Maze Runner. Ne ha proprio lo spirito, ma è qualitativamente superiore.


Il menu
Zam : Recensione Sergio Sozi (07 Febbraio 2017)

Nessuno è indenne da un futuro del genere, soprattutto quando il germe di quanto trovi scritto esiste già. Provate a sfogliare questo libro. Non solo perché vi divertirete.


La ragazza che sapeva troppo

Non possiamo farla sedere accanto alla new wave horror, perchè un romanzo al fondo di zombie e sopravvivenza. Sarebbe però ingiusto affiancarla ai redneck e ai buzzurri ultra volenti che sono gli zombie novel degli ultimi anni. Si tratta infatti di un romanzo zombie finalmente interessante, uno dei pochi che sfrutta queste creature per una narrazione originale e (quasi) poetica.


Limit

Pagine e pagine di improbabile fantapolitica o di background dei personaggi, che il lettore dimentica un secondo dopo averle lette, sempre che non le salti a pie’ pari o le legga in diagonale.


Oltre Apollo

Questo libro è anche un libro su come lo scrittore stesso sta scrivendo il libro: noi seguiamo Evans che decide come intitolarlo, come strutturare i paragrafi, da quale editore andare.
Malzberg non è nuovo a questi esperimenti di metaletteratura: [...].


La Notte dei Desideri

[...]consiglio questo romanzo a tutti gli amanti di douglas adams, di misfits, di una fantascienza molto umana e che non si prende troppo sul serio, [...].


Progetto Kinetics - Onda zeta

Avete presente quando guardate un film e poi vi fate i viaggi mentali, vestendo i panni del protagonista?


Roma senza papa

Per come lo possiamo leggere oggi può forse apparire anche troppo pessimista se volgiamo lo sguardo indietro e ripensiamo a una figura di grande carisma come Giovanni Paolo II.
Ma anche lì ci sarebbe molto da riflettere.


Progetto Kinetics - Onda zeta

Cosa accadrebbe se usassimo il 90% delle nostre potenzialità cerebrali?
Il ritmo di James Rollins incontra l’adrenalina di Limitless,in un debutto sbalorditivo per gli amanti della science fiction.


Embassytown

Imperfetto, ma audace, Embassytown è in ogni caso una lettura imprescindibile, per comprendere come la fantascienza di oggi possa ancora osare l'esplorazione di complessi world building speculari agli altrettanti mondi complessi dell'esplorazione interiore.


Clorofilia

Lo scrittore ci fa immergere nella storia che ricorda l’ambientazione futurista di Blade Runner o Il cacciatore di androidi di Philip K. Dick.


2055: False Hearts

Il tema che domina tutto il romanzo è infatti il progressivo distacco dell’uomo dalla realtà concreta e l’alienazione che l’uomo fa di se stesso nel virtuale descritto dalla Lam non è che l’esasperazione di ciò che stiamo vivendo già adesso.


2055: False Hearts

Uno stile molto fluido, scorrevole e semplice permette al lettore di immergersi completamente nella vicenda, di farsi scivolare sulla pelle le parole assimilando le vicende molto intensamente, fino al punto di farle diventare sue.


Globalia

In questo romanzo si ritrovano le atmosfere de Il mondo nuovo di Huxley e di 1984 di Orwell. Pilastri della fantascienza che hanno saputo dimostrare perfino ai più scettici la validità del ragionamento che sta alla base del genere letterario; [...].


La ragazza che sapeva troppo

A un esame superficiale potrebbe sembrare una distopia generata da un’apocalisse zombie, ma ha poco degli elementi splatter tipici del genere, anzi, arriva a metterne in discussione i cliché che l’hanno sempre caratterizzato.


La svastica sul sole

È il tempo di Kennedy, il tempo delle grandi speranze, della prosperità e di tante contraddizioni interne – lotta razziale – ed esterne – crisi cubana, guerra del Vietnam. Che cosa voleva dire presentare ai lettori un mondo dove il nazismo ha trionfato e l’identità americana è pressoché inesistente?