Recensioni editoriali

Recentemente aggiunti

Ordina

Recentemente aggiunti

Data di pubblicazione

 

Periodo

Sempre

Questo mese

Questa settimana

 

Categories

Tutto

Romanzo

Polizieschi & Mistery

Thrillers

Fantasy

Fantascienza

Biografie & Autobiografie

Avrò cura di te

Un trattato delle cose umane che può aiutare le coppie in crisi attraverso constatazioni semplici e non impudiche [...].


Feline

Dall’amicizia, alle diversità, dal dolore per una perdita, all’andare avanti per ricostruirsi e reinventarsi. Il tutto contornato da un forte messaggio chiaramente intuibile tra le righe: esistenze diverse, passati differenti e distanze non pregiudicano il futuro degli individui.


L'orlo del baratro

Razzismo, omofobia, violenza, misoginia, lotte per la rivalsa e l’auto-affermazione: tutte cose che, se la Slaughter se l’è giocate bene, daranno senz’altro un buon risultato.


Raggi di luna

Lasciate perdere i libri delle donne grasse e brutte, se volete la vera passione leggete la Wharton.


Il mistero di Oliver Ryan

Senza essere straordinario, con qualche tocco di esagerata casualità, Il mistero di Oliver Ryan è un libro che si legge di un fiato, veloce, trascinante e intrigante, con alcune appuntite frecciate alla Chiesa irlandese.


Càpita

Lagorio non è sempre tenera con gli infermieri, ma le si può perdonare con facilità: il suo libro, denso di umori e di sentimenti spesso negativi, è un racconto crudo, ma vero.


Il mistero dell'orso marsicano ucciso come un boss ai Quartieri Spagnoli

Una storia visionaria e allo stesso tempo realistica, quella scritta da Antonio Menna. Che ricorda ai lettori quanto assurda possa essere talvolta la realtà nei vicoli dei Quartieri Spagnoli.


Non ditelo allo sposo

Mettetevi comodi e preparatevi a godervi una commedia romantica e frizzante, incentrata sul sogno, espresso o inespresso, di buona parte delle ragazze e delle donne: avere un matrimonio da favola [...].


Funny Girl

Qui Hornby ha un tono più calmo, leggero, meno cinico e ingrugnato. Più tè che birra, ecco.


Professione Lolita

Sesso, cocaina e ritratti di una società malata dove c’è traccia anche degli intrecci tra i casi di prostituzione minorile e quel “mondo di mezzo” che ha recentemente riempito le cronache romane e nazionali.


Onda

Onda non è un libro lacrimevole di un autocompiacimento nella sofferenza. E’ un’elegia per la morte dei propri cari simile per intento a quelle dei grandi poeti del passato, [...].


Acquanera

Un romanzo particolare questo, dall'atmosfera buia e a tratti macabra. Un libro che colpisce come un pugno allo stomaco, che lascia attoniti in più di un'occasione.


Odio quindi amo

È un libro intenso, amaro, ironico, doloroso, a tratti struggente, mai banale e con un romanticismo tutto suo, più viola che rosa.


La verità non basta
Inutile : Vacci su dietro (21 Gennaio 2015)

Lee Child è uno scrittore stratosferico che troppo spesso viene relegato allo scaffale del supermercato, vicino alle Big Babol e a Di Più TV, snobbato da quelli-che-di-letteratura-ci-capiscono-sul-serio, considerato un semplice autore di intrattenimento spiccio e consumabile senza troppo sforzo.


Portami a casa

“Portami a casa” è una lettura leggera e divertente, grazie ad un autore che da ad ogni cosa il giusto peso, senza però soffermarsi troppo sulla tragicità egli eventi, ma cercando di trovare dalle sofferenze degli spunti di rinascita, spunti per i protagonisti del romanzo ma anche per il lettore [...].


Un grande gelo
il Sole 24 ore : Un grande gelo (10 Febbraio 2010)

La costruzione del romanzo è solida e Indridason si innesta brillantemente nella prolifica tradizione narrativa del suo paese, ibridando i più classici temi islandesi – [...] – con un piglio da letteratura urbana, schietta e dura.


La signora in verde

Mescolando sapientemente la narrazione dei fatti contemporanei ai numerosi flashback in cui si racconta la storia risalente ai tempi della guerra, Indriðason affianca il thriller alla critica sociale [...].


La congiura dei potenti

La fitta trama e gli intrigati giochi di potere lasciano presagire un finale esplosivo e portano letteralmente e divorare questo romanzo. Questa promessa viene però un po’ disattesa da troppa “ansia di realismo storico” a discapito del senso di giustizia “letterariamente” atteso dal lettore.


La via del lupo
Mangialibri : La via del lupo (19 Gennaio 2015)

Un saggio da leggere anche come un diario di viaggio, per imparare a conoscere ma soprattutto a rispettare.


L'imperatrice Cixi

Jung Chang ha scoperto che il passato può tornare e cambiare pelle. E il passato al quale guardava l’autrice di “Cigni selvatici” sa addirittura assomigliarle un po’, dialogare con le sue passioni.