Recensioni editoriali

Recentemente aggiunti / Questo mese

Ordina

Recentemente aggiunti

Data di pubblicazione

 

Periodo

Sempre

Questo mese

Questa settimana

 

Categories

Tutto

Romanzo

Polizieschi & Mistery

Thrillers

Fantasy

Fantascienza

Biografie & Autobiografie

L'arte ingannevole del gufo

Una lettura bella, piacevole, che scorre in poche ore e ti incastra nel buio della notte, sotto un cielo coperto di stelle, tra l' ipnotico richiamo degli abitanti del bosco e il sussurro degli alberi mossi dal vento.


Nome d'arte Doris Brilli

La scrittura di Vitali sempre lineare, di facile comprensione, ammantata da una sottile ironia, favorisce la lettura.


La polvere dei sogni

La saga di Malazan è qualcosa che non esito a definire mostruoso, in senso buono ovviamente, qualcosa che si discosta per ampiezza di vedute e per massa di personaggi indimenticabili, da qualsiasi altra epopea mai partorita da mente umana (se ho esagerato ditemelo!).


Ritorno alla buia valle

Pur salvando l’impossibilità ontologica di definire in una parola la letteratura di un’intera nazione, nel leggere quest’ultima fatica di Santiago Gamboa c’è da inclinarsi quantomeno a pensare che il minimalismo non sia una caratteristica propria della narrativa colombiana.


L'inverno del nostro scontento

Una prosa impeccabile di altissimo livello che trascina inesorabilmente alla riflessione sull'amore, l'amicizia, la famiglia, il lavoro e soprattuto sul valore della correttezza contrapposto al successo sociale.


Il danno

Il peccato, che si colloca temporalmente tra il successo de Il danno e il più cupo L'oblio, propone in una chiave originale il crinale sottilissimo e pericoloso che separa amore e odio, emulazione e desiderio di unicità, piacere e sofferenza.


Heidi

Francesco Muzzopappa ha scritto di personaggi veri che si trovano a fare i conti con delle difficoltà durante la loro vita, ma che non si lasciano mai sopraffare dagli eventi, è un libro che viene voglia di rileggere molte volte sempre pronti a sorridere per lo spirito del suo autore e incantati dalla leggerezza e bellezza della sua scrittura.


Sabbie mobili

Un romanzo da cui il lettore difficilmente si staccherà, perché avrà sete di capire cosa è successo il giorno dell’attentato in quella scuola. Il libro, raccontato in prima persona, dà l’idea di una diario, e quindi viene fuori tutto il lato emozionale… Empatia pura tra Maja e noi lettori.


Le Case del malcontento

Una Spoon River della 'gnoranza, si potrebbe definire, per quel realismo che ognuno dei molti narratori esprime con la crudezza di una conoscenza cinica, quasi da dipartiti, estranea a ogni diplomazia.


Vite vulnerabili

Pablo Simonetti uno scrittore contemporaneo che usa la diversità con eleganza e sincerità per cambiare un modello di vita che non da gioia ma solo inquietudine, una routine che confonde la bruttezza con la bellezza.


Heidi

Di personaggi perfetti e bellissimi sono pieni i romanzi – e le scatole dei lettori. Quello che oggi il pubblico cerca nei libri, anche se si tratta di opere di fantasia, di storie di finzione, sono caratteri che è possibile sentire vicini, nei quali, in qualche modo, rivedersi. Con Chiara non è difficile entrare in sintonia!


Lune di miele

Lune di miele è un’opera desolante e vitale, umoristica e melodrammatica.


La dama di Barcellona

Dimenticate la Barcellona turistica e lasciate spazio alla surreale città di Gaudì. In questo romanzo -ambientato nella seconda metà dell’ottocento– veniamo catapultati in una Barcellona sfuggente, quasi onirica, dove il limite tra realtà e percezione è molto labile.


La matematica dell'amore

L'autrice con una dolcezza infinita regala al lettore due protagonisti indimenticabili che si entrano sotto pelle e riescono ad entrare sotto pelle anche al lettore.


Pellegrini del sole

Due importanti temi privati, dunque: la solitudine e l’esclusione, che si vengono incontro e si specchiano dialetticamente, come alla ricerca di una soluzione interiore. Dove sta la vera distopia, allora? Nello sconvolgimento climatico o piuttosto nei destini personali di un’umanità che stenta ad accettare l’altro? Il macro-evento dell’incipiente glaciazione diventa uno spunto, un catalizzatore capace di propiziare questo incontro e questa riflessione.


Spifferi

Le pagine che ci troviamo a sfogliare sono piene di una scrittura molto curata, a volte ridotta all’osso, per dare al lettore la possibilità di essere totalmente dentro i racconti, senza correre il rischio di potergli dare distrazioni.


Vacanza d'inverno

MacLaverty si addentra con delicatezza nell’intreccio di sentimenti, abitudini e rancori che tengono in piedi un matrimonio. E pagina dopo pagina crea due personaggi talmente reali che sembra di sentirne i battiti del cuore.


L'orso

Una narrazione originale ed un punto di vista sicuramente poco convenzionale accolgono il lettore all’interno di una storia che fin dalle prime pagine si rivela custode di un tesoro inestimabile: la vita racchiusa tra le sue parole, infatti, riesce ad un primo sguardo, ed oltre, ad intrecciarsi sapientemente con quella del lettore, incatenandole indissolubilmente l’una all’altra, [...].


Gli anni facili

È così bello leggere le pagine di Giovanni Pacchiano ne Gli anni facili. È la Milano di Buzzati. È una milanesità che affiora e ci sorprende nei suoi riferimenti colti.


Sentieri neri

Sylvain Tesson è un autore aspro, il suo incedere non è per digressioni o aneddoti, ma per sentenze o intuizioni improvvise che evitano però accuratamente la pillola di saggezza o il consiglio sapiente.